La legge 133/2008

Photo
25 giugno 2008

L'art. 23 bis del decreto legge 112/2008 (convertito in legge 133/2008) stabilisce che:

L'affidamento dei servizi pubblici locali deve avvenire mediante procedura competitiva ad evidenza pubblica.
╚ possibile derogare a tale regola dove esistano "particolari caratteristiche economiche, sociali, ambientali e geomorfologiche del contesto territoriale di riferimento" che "non permettono un efficace e utile ricorso al mercato", circoscrivendo ulteriormente l'ambito di applicazione dell'affidamento diretto con modalitÓ in-house. In tali casi l'ente locale deve richiede un parere all'AutoritÓ Garante della Concorrenza e del Mercato, presentando una relazione contenente gli esisti dell'indagine di mercato da cui risulti la convenienza dell'affidamento diretto rispetto all'affidamento con procedura di evidenza pubblica. L'autoritÓ Garante della Concorrenza e del Mercato rilascia il parere entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta.   leggi l'art. 23 bis       leggi la comunicazione ufficiale dell'AGCM

La Legge Regionale che istituisce il SIIR

Photo
18 dicembre 2006

Dopo il decreto Bersani la societÓ Datasiel s.p.a. pu˛ lavorare esclusivamente per l'ente Regione Liguria (che ne detiene la proprietÓ al 100%). Il Consiglio Regionale approva all'unanimitÓ una legge ad hoc che istituisce il SIIR (Sistema Informativo Integrato Regionale) a cui appartengono le ASL, le Aziende Ospedaliere e altri enti liguri, e obbliga tali enti ad affidare tutti gli appalti di natura informatica a Datasiel.   leggi...

Sentenza della Corte Costituzionale sul decreto Bersani

Photo
30 luglio 2008

Respinti i ricorsi presentati dalle regioni Veneto, Sicilia, Friuli Venezia Giulia e Valle d'Aosta, le quali hanno impugnato l'articolo 13 del Decreto Bersani, convertito in legge 248/2006. La Corte "dichiara inammissibile la questione di legittimitÓ costituzionale".   leggi...

Il Decreto Bersani

Photo
4 luglio 2006

L'art. 13 decreto legge 423/2006 (convertito in legge 248/2006) "Norme per la riduzione dei costi degli apparati pubblici regionali e locali e a tutela della concorrenza", dispone che:

Le societÓ partecipate dalle amministrazione pubbliche regionali e locali ("in-house") non possono svolgere prestazioni a favore di altri soggetti pubblici o privati, nÚ in affidamento diretto nÚ con gara.

Dopo l'entrata in vigore del presente decreto, i contratti conclusi in violazione di tale prescrizione sono nulli.  leggi...